Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

Quitclaim deed

Il quitclaim deed  è una clausola contrattuale che semplicemente trasferisce un diritto, di qualsiasi tipo esso sia, su un immobile senza garanzia su eventuali vizi dell'immobile e senza certificazioni sulla presenza o meno di ipoteche o sull'effettiva proprietà dell'immobile. Ti potrebbe interessare anche: General warranty deed Special warranty deed Bargain and sale deed Sheriff-trustee deed

Sheriff-trustee deed

Lo sheriff-trustee deed  è una clausola contrattuale del tipo "visto e piaciuto", utilizzata nelle transazioni immobiliari dove il venditore agisce a seguito di un'azione di pignoramento, e  conseguentemente non c'è nessuna garanzia su eventuali vizi dell'immobile. Ti potrebbe interessare anche: General warranty deed Special warranty deed Bargain and sale deed Quitclaim deed

Bargain and sale deed

Il  bargain and sale deed  è una clausola contrattuale utilizzata nelle transazioni immobiliari del tipo "visto e piaciuto", dove non vi è nessuna garanzia da parte del venditore su eventuali vizi dell'immobile. Ti potrebbe interesare anche: General warranty deed Special warranty deed Sheriff-trustee deed Quitclaim deed

Special warranty deed

Lo  special warranty deed  è un documento legale utilizzato nelle transazioni immobiliari che certifica la proprietà di un immobile e l'assenza di ipoteche, ma la garanzia riguardo ai possibili vizi dell'immobile è limitata solamente ai vizi emersi durante il periodo di possesso del venditore dell'immobile. Ti potrebbe interessare anche: General warranty deed Bargain and sale deed Sheriff-trustee deed Quitclaim deed

General warranty deed

Il  general warranty deed  è un documento legale utilizzato nelle transazioni immobiliari che certifica la proprietà di un immobile e che l'immobile oggetto di compravendita è libero da ipoteche. Nel  general warranty deed  si specifica il proprietario dell'immobile, si certifica che la parte cedente ha il diritto di vendere l'immobile e il venditore si impegna a compensare l'acquirente qualora dovessero emergere vizi  sull'immobile risalenti anche a prima del proprio possesso. Ti potrebbe interessare anche: Special warranty deed Bargain and sale deed Sheriff-trustee deed Quitclaim deed

Azioni riscattabili

Le azioni riscattabili sono azioni che l'azienda ha la facoltà, o l'obbligo, di riacquistare ad una data futura. Le azioni ricattabili possono prevedere un prezzo al quale avverrà il riscatto e la data entro la quale il riscatto può o deve avvenire. Inoltre, le azioni riscattabili possono prevedere l'obbligo di riscatto in caso di eventi societari specificati nel prospetto informativo dell'emissione. Ti potrebbe interessare anche: Azioni correlate

Azioni correlate

Le azioni correlate  sono una particolare classe di azioni che danno la proprietà di una quota azionaria di una società ma il cui valore è correlato ai risultati finanziari di una specifica divisione aziendale.  Le azioni correlate sono quotate e scambiate in borsa e solitamente sono emesse come forma di dividendo  agli azionisti della capogruppo, quando la divisone sta crescendo più velocemente delle altre divisioni  aziendali ma il cui valore non è riflesso nel prezzo delle azioni del gruppo. A seguito della quotazione delle azioni correlate , periodicamente verranno comunicati i dati finanziari della divisione, permettendo agli azionisti di monitorarne il progresso. Ti potrebbe interessare anche: Azioni riscattabili Tracking stock

Tracking stock

La tracking stock è una particolare classe di azioni che "traccia" la performance finanziaria di una specifica divisione aziendale, senza che questa venga sperata o ceduta dal gruppo. La tracking stock viene scambiata in borsa separatamente dalle azioni della capogruppo, se quotata, e, conseguentemente, verranno comunicati i dati finanziari della divisione periodicamente, come da regolamento di borsa.  Ti potrebbe interessare anche: Azioni correlate Minority carve-out

Curve trade (obbligazioni)

Nelle obbligazioni, il curve   trade  è una strategia che consiste nel prendere contemporaneamente due posizioni, una lunga e una corta, sulle emissioni di diversa scadenza di un'emittente, avendo quindi esposizione ai movimenti della curva del credito di un emittente. Ti potrebbe interessare anche: Horizontal trade (obbligazioni) Vertical trade (obbligazioni) Posizione lunga e corta

Vertical trade (obbligazioni)

Nelle obbligazioni, il vertical trade  è una strategia che consiste nel prendere contemporaneamente due posizioni, una lunga e una corta, all'interno della struttura finanziaria di uno stesso emittente.  Ti potrebbe interessare anche: Horizontal trade (obbligazioni) Curve trade (obbligazioni) Capital structure arbitrage Posizione lunga e corta

Horizontal trade (obbligazioni)

Nelle obbligazioni, l' horizontal trade è una strategia dove si prendono due posizioni, una lunga e una corta, su due emittenti diversi. La posizione lunga sarà sull'emittente per il quale ci si aspetta un restringimento dello spread di credito mentre la posizione corta sarà sull'emittente per il quale ci si aspetta un allargamento degli spread. Ti potrebbe interessare anche: Vertical trade (obbligazioni) Curve trade (obbligazioni) Posizione lunga e corta

Rendimento di salvaguardia

Il  rendimento di salvaguardia  è il rendimento minimo accettabile dagli investitori durante l'asta competitiva, asta che serve a stabilire il rendimento del titolo obbligazionario all'emissione sul mercato primario, in modo che il rendimento sia in linea con i rendimenti del mercato. Ti potrebbe interessare anche: Rendimento di esclusione

Rendimento di esclusione

Il rendimento di esclusione è il rendimento massimo accettabile dall'emittente durante l'asta competitiva, asta che serve a stabilire il rendimento del titolo obbligazionario all'emissione sul mercato primario, in modo che il rendimento sia in linea con i rendimenti del mercato. Ti potrebbe interessare anche: Rendimento di salvaguardia

Minibond

I minibond sono titoli obbligazionari di importo ridotto emessi da piccole e medie imprese non quotate e che sono dirette al mercato privato attraverso il cosiddetto private placement. Ti potrebbe interessare anche: Private placement: definizione

Obbligazioni contingent writedown

Le obbligazioni contingent writedown sono obbligazioni emesse da  istituti finanziari che, a seguito  di una riduzione del core Tier 1 al di sotto di un valore predefinito, prevedono la riduzione del valore nominale. Le  obbligazioni contingent writedown hanno sono quindi l'obiettivo di assorbire le perdite. Ti potrebbe interessare anche: Obbligazioni contingent convertible (CoCo)

Obbligazioni a tasso misto

Le obbligazioni a tasso misto sono obbligazioni che prevedono il pagamento di un tasso fisso per una parte della durata dell'obbligazione e il pagamento di un tasso variabile per la parte rimanente. La formula di calcolo della cedola variabile è specificata all'emissione. Ti potrebbe interessare anche: Obbligazioni a tasso fisso Obbligazioni a tasso variabile

Obbligazioni a tasso fisso

Le obbligazioni a tasso fisso sono le obbligazioni che pagano un tasso di interesse fisso, che non varia durante l'intera durata dell'obbligazione. Nelle obbligazioni a tasso fisso , il tasso di interesse pagato, ovvero la cedola, è deciso all'emissione ed è in funzione del livello dei tassi di interesse e del merito creditizio dell'emittente al momento dell'emissione. Ti potrebbe interessare anche: Obbligazioni a tasso variabile Obbligazioni a tasso misto

Maturity gap

Il maturity gap è la differenza tra la media ponderata delle scadenze delle attività, come prestiti e altri crediti, e la media ponderata delle passività, come depositi e altre forme di finanziamento, e fornisce un'indicazione sul rischio di tasso d'interesse al quale è esposta un'istituzione finanziaria. Il  maturity gap  può essere positivo, negativo o pari a zero, a seconda che la media ponderata delle scadenze delle attività sia superiore, inferiore o uguale alla media ponderata delle scadenze delle passività. Ti potrebbe interessare anche: Duration gap

Eurodollar options (opzioni su eurodollari)

Le  eurodollar options (opzioni su eurodollari)  sono opzioni che hanno come sottostante gli eurodollar futures (futures su eurodollari).   Le  eurodollar options (opzioni su eurodollari) sono standardizzate e scambiate in mercati regolamentati.   Ti potrebbe interessare anche: Eurodollar futures (futures su eurodollari) Opzioni call e put

Eurodollar futures (futures su eurodollari)

Gli eurodollar futures (futures su eurodollari) sono contratti futures che hanno come sottostante il tasso di interesse a tre mesi sui depositi eurodollaro, ovvero i depositi in dollari al di fuori degli Stati Uniti. Il payoff degli  eurodollar futures (futures su eurodollari) è determinato dal LIBOR a 3 mesi alla scadenza del contratto future. Ti potrebbe interessare anche: Contratti futures Eurodollar options (opzioni su eurodollari)

Invoice spread

L' invoice spread  è una strategia che permette di speculare sul differenziale tra gli swap su tassi di interesse ed i futures sui tassi di interesse. Per far si che si possa implementare l' invoice spread , sia lo swap che il future devono avere le stesse caratteristiche in termini di valore nozionale e scadenza. 

Alternative beta

Alternative beta è l'esposizione al rischio sistematico di strategie alternative che utilizzano sia posizioni corte che lunghe, e che conseguentemente hanno una bassa correlazione con l'andamento del mercato. Ti potrebbe interessare anche: Coefficiente beta (finanza)

Dividend swap

Un dividend swap  è un contratto swap dove una delle due parti paga un importo fisso in cambio di un importo variabile dato dal flusso dei dividendi dell'attivo sottostante, che può essere un singolo titolo o un paniere di titoli.

Derivati regolamentati

I derivati regolamentati sono gli strumenti derivati scambiati in borsa e che presentano caratteristiche standardizzate, in termini di valore nozionale, scadenze e margini, ed una controparte centrale, la camera di compensazione e liquidazione (clearing house), che si occupa di verificare al transazione, trasferire il denaro, liquidare la posizione e richiedere i margine iniziale e il margine di mantenimento. Ti potrebbe interessare anche: Clearing (derivati - finanza - borsa) Settlement (derivati - finanza - borsa)

Rendimento atteso

Il rendimento atteso è il rendimento che ci si attende da un titolo dato il proprio coefficiente beta, il premio per il rischio di mercato ed il livello dei tassi di interesse. Ti potrebbe interessare anche: Coefficiente beta (finanza) Premio per il rischio di mercato

Obbligazioni pfandbriefe

Le obbligazioni pfandbriefe sono obbligazioni emesse da istituti finanziari tedeschi garantite  da prestiti e mutui, i quali non potranno essere aggrediti dai creditori della banca. Data la presenza di una garanzia, le  obbligazioni pfandbriefe  godono di un elevato rating creditizio. Ti potrebbe interessare anche: Obbligazioni garantite (covered): cosa sono

Linea di credito committed

La linea di credito committed  è una linea di credito dove la banca si impegna contrattualmente ad erogare dei fondi in futuro su richiesta del cliente. Ti potrebbe interessare anche: Linea di credito a revoca (uncommitted) Linea di credito stand-by Linea di credito rotativa (revolving) Linea di credito evergreen Linea di credito autoliquidante

Linea di credito a revoca (uncommitted)

La linea di credito a revoca (uncommitted)  è una linea di credito dove la banca può revocare, a propria discrezione, l'utilizzo della linea di credito e quindi rifiutarsi di erogare i fondi. Ti potrebbe interessare anche: Linea di credito committed Linea di credito stand-by Linea di credito rotativa (revolving) Linea di credito evergreen Linea di credito autoliquidante

Mismatching strategy

La mismatching strategy  è la strategia di gestione attiva che vuole massimizzare il rendimento del portafoglio di strumenti a breve termine senza che vi sia un abbinamento tra i flussi di cassa del portafoglio e i flussi di cassa relativi alle passività dell'azienda. Ti potrebbe interessare anche: Matching strategy

Matching strategy

La  matching strategy è la strategia di gestione di portafoglio che ha come obiettivo quello di far combaciare i flussi di cassa del portafoglio, in termini di cedole e rimborsi di titoli obbligazionari, con i flussi di cassa relativi alle passività dell'azienda. Ti potrebbe interessare anche: Mismatching strategy

Expected positive exposure (EPE)

L' expected positive exposure  è il valore medio dell'esposizione al rischio di controparte che ci si aspetta di avere fino ad una specifica data futura. Ti potrebbe interessare anche: Potential future exposure (PFE) Counterparty exposure Current exposure Exposure at default (EAD) Maximum potential future exposure (MPFE) Expected exposure (EE)

Expected exposure (EE)

L' expected exposure è l'esposizione al rischio di controparte che ci si aspetta di avere ad una specifica data futura. Ti potrebbe interessare anche: Expected positive exposure (EPE) Potential future exposure (PFE) Counterparty exposure Current exposure Exposure at default (EAD) Maximum potential future exposure (MPFE)

Maximum potential future exposure (MPFE)

La maximum   potential future exposure   (PFE)  è la massima esposizione al rischio di controparte che si potrà avere, calcolata con un determinato intervallo di confidenza statistica, durante la durata del contratto. Ti potrebbe interessare anche: Potential future exposure (PFE) Counterparty exposure Current exposure Exposure at default (EAD) Expected exposure (EE) Expected positive exposure (EPE)

Potential future exposure (PFE)

La potential future exposure   (PFE) è l'andamento previsto dell'esposizione al rischio di controparte calcolata con un determinato intervallo di confidenza statistica. Ti potrebbe interessare anche: Maximum potential future exposure (MPFE) Counterparty exposure Current exposure Exposure at default (EAD) Expected exposure (EE) Expected positive exposure (EPE)

Exposure at default (EAD)

L' exposure at default (EAD)  è il valore dell'esposizione al rischio di credito della controparte nel momento in cui questa va in default. Ti potrebbe interessare anche: Counterparty exposure Current exposure Potential future exposure (PFE) Maximum potential future exposure (MPFE) Expected exposure (EE) Expected positive exposure (EPE)

Current exposure

La current exposure è l'esposizione in essere al rischio di credito della controparte. La current exposure è data dal valore di mercato al momento dell'analisi. Ti potrebbe interessare anche: Counterparty exposure Exposure at default (EAD) Potential future exposure (PFE) Maximum potential future exposure (MPFE) Expected exposure (EE) Expected positive exposure (EPE)

Counterparty exposure

La counterparty exposure è il valore di mercato dell'esposizione al rischio di credito della controparte del contratto, ovvero il valore che andrà perso nel caso di default della controparte assumendo che non venga recuperato nulla a seguito della procedura fallimentare. Ti potrebbe interessare anche: Current exposure Exposure at default (EAD) Potential future exposure (PFE) Maximum potential future exposure (MPFE) Expected exposure (EE) Expected positive exposure (EPE)

Rischio di controparte

Il rischio di controparte è il rischio che la controparte fallisca prima che il contratto venga regolato. Il rischio di controparte è particolarmente accentuato nei contratti derivati scambiati nei mercati OTC, in quanto non vi è la presenza di una clearing house a garantire il perfezionamento del contratto. Il rischio di controparte può essere mitigato con il marking-to-market periodico del contratto, il netting e l'utilizzo  di depositi a garanzia. Ti potrebbe interessare anche: Derivati OTC Credit Value Adjustment (CVA) Debt Value Adjustment (DVA) No-default value Netting (finanza)

Rischio di credito unilaterale

Il rischio di credito unilaterale si ha quando solo una delle due parti in un contratto è esposto al rischio di credito, ovvero che la controparte non adempia ai propri obblighi contrattuali. Un esempio di rischio di credito unilaterale si ha nelle opzioni.  Ti potrebbe interessare anche: Rischio di credito bilaterale

Rischio di credito bilaterale

Il rischio di credito bilaterale si ha quando entrambe le parti di un contratto sono esposte al rischio di credito, ovvero quando entrambe le parti possono non adempiere ai propri obblighi contrattuali. Un esempio di rischio di credito bilaterale si ha negli swap. Ti potrebbe interessare anche: Rischio di credito unilaterale

Creditwatch (rating)

Nel rating, il creditwatch è una variazione di giudizio che avverrà nel breve periodo. Solitamente il  creditwatch si ha   a seguito di eventi non anticipati, che aumentano o diminuiscono la leva finanziaria dell'emittente, come in caso di acquisizioni o riorganizzazioni aziendali. Ti potrebbe interessare anche: Outlook (rating)

Outlook (rating)

Nel rating, l' outlook è l'aspettativa che il giudizio venga variato positivamente o negativamente, o che in alternativa rimanga stabile, nei successivi 12 mesi. Solitamente l 'outlook è variato a seguito dell'implementazione di piani aziendali volti a migliorare la profittabilità dell'emittente o ad aumentare la leva finanziaria, come l'annuncio di un programma di riacquisto di azioni proprie finanziato dall'emissione di debito. Ti potrebbe interessare anche: Creditwatch (rating) Outlook positivo (rating) Outlook negativo (rating) Outlook stabile (rating)

Issuer credit rating (rating emittente)

L' issuer credit rating (rating emittente)   è il merito di credito dato all'emittente, dando un giudizio sulla solvibilità e solidità finanziaria complessiva dell'emittente, ovvero la sua capacità di effettuare i pagamenti degli interessi ed il rimborso del capitale, come stabilito dal contratto obbligazionario. L'  issuer credit rating (rating emittente)  è equivalente al rating dato ad un'emissione senior non garantita. Ti potrebbe interessare anche: Issue credit rating (rating emissione)

Issue credit rating (rating emissione)

L' issue credit rating   (rating emissione)  è il rating dato ad una specifica emissione, tenendo in considerazione il merito creditizio dell'emittente, eventuali garanzie poste a fronte dell'emissione, i vari credit enhancement utilizzati e, se presente, il merito credito del garante dell'emissione. Ti potrebbe interessare anche: Issuer credit rating (rating emittente)

Rating CC/Ca

I  rating CC/Ca  rappresentano il rating non-investment grade dato ad emittenti la cui capacità di far fronte alle proprie passività finanziarie è estremamente bassa. Il  rating CC  è dato dalle agenzie Standard & Poor's e Fitch a emittenti il cui evento di default è altamente probabile Moody's fornisce un  rating Ca  a emittenti ritenute speculative con un merito creditizio molto basso e un rischio di default praticamente certo.

Rating CC-/Ca3

I  rating CC-/Ca3  rappresentano il rating non-investment grade dato ad emittenti la cui capacità di far fronte alle proprie passività finanziarie è estremamente bassa e nel complesso inferiore rispetto alla media degli emittenti nella fascia CC/Ca2. Il  rating CC-  è dato dalle agenzie Standard & Poor's e Fitch a emittenti il cui evento di default è altamente probabile e che hanno un merito creditizio minore rispetto alle emittenti con rating CC/Ca2. Moody's fornisce un  rating Ca3  a emittenti ritenute speculative con un merito creditizio molto basso e un rischio di default praticamente certo, e giudicate complessivamente meno solide rispetto alla media delle emittenti che rientrano nella fascia di rating Ca. Ti potrebbe interessare anche: Rating CC+/Ca1 Rating CC/Ca2

Credit spread forward

Il credit spread forward  è un contratto forward dove il sottostante è uno spread creditizio. Il payoff del credit spread forward è dato dalla differenza tra lo spread di esercizio del contratto forward e lo spread in essere al momento del regolamento del contratto. Con il credit spread forward è quindi possibile prendere posizione su uno specifico rischio di credito. Ti potrebbe interessare anche: Derivati di credito CDS: Credit Default Swap Total return swap Obbligazioni credit-linked Opzioni credit-spread

Primary dealer

Il primary dealer è una banca di investimento autorizzata ad operare nel mercato primario delle emissioni del titoli di stato. Il ruolo di primary dealer implica l'iscrizione ad uno specifico albo, che avviene dopo che determinati requisiti patrimoniali e professionali vengono soddisfatti, che obbliga a sottoscrivere l'emissione dei titoli di stato in cambio della partecipazione esclusiva ai collocamenti supplementari.  Ti potrebbe interessare anche: Mercato primario e mercato secondario

Blank check company

La  blank check company  è una start-up costituita come società "non operativa", il cui oggetto sociale non è definito, e la cui attività solitamente culmina con l'acquisire il controllo di una società operativa, per poi dirigerne l'operato. Ti potrebbe interesare anche: SPAC: Special Purpose Acquisition Company

Netting bilaterale

Il netting bilaterale è utilizzato in prodotti derivati scambiati nei mercati OTC, dove tipicamente vi è la banca di investimento che funge  da controparte al contratto derivato stipulato dal cliente. Ti potrebbe interessare anche: Netting (finanza) Netting multilaterale

Netting multilaterale

Il  netting multilaterale  è utilizzato in prodotti derivati scambiati nei mercati regolamentati, dove tipicamente vi è la clearing house che funge da controparte centrale ai vari contratti derivati, che si occupa di effettuare il netting aggregando le varie posizioni.  Ti potrebbe interessare anche: Netting (finanza) Netting bilaterale

Netting (finanza)

Il netting è un modo per mitigare il rischio di credito nelle transazioni finanziarie quando entrambe le controparti hanno un'esposizione creditizia verso l'altra. Il netting prevede che venga saldato solo il credito netto vantato nei confronti nella controparte, invece di saldare l'intero importo del credito e del debito vantato. Con il netting diminuisce quindi la probabilità che la controparte vada in default e non adempia ai propri obblighi contrattuali. Ti potrebbe interessare anche: Netting bilaterale Netting multilaterale

Willing seller

Il  willing seller  è un ipotetico venditore che nel libero mercato, è disposto a vendere un bene, senza pressioni di terzi, di cui ha una discreta conoscenza. Ti potrebbe interessare anche: Fair market value Willing buyer

Willing buyer

Il willing buyer è un ipotetico compratore che nel libero mercato, è disposto ad acquistare un bene, senza pressioni di terzi, di cui ha una discreta conoscenza. Ti potrebbe interessare anche: Fair market value Willing seller

Fair market value

Il  fair market value  è l'ipoteco valore di mercato al quale viene scambiato un bene nel libero mercato, tra due ipotetiche controparti disposte alla compravendita, con una discreta conoscenza del bene oggetto della transazione. Ti potrebbe interessare anche: Willing buyer Willing seller

Plowback (retention) ratio

Il plowback (retention) ratio è l'ammontare di utile reinvestito nella propria attività, ovvero la parte di utile non distribuito sottoforma di dividendo. Per il calcolo del  plowback (retention)   ratio è prassi utilizzare l'utile netto rettificato per le poste non ricorrenti, in modo da permettere un confronto temporale e settoriale. Ti potrebbe interessare anche: Payout ratio

Payout ratio

Il payout ratio è il rapporto tra l'ammontare dei dividendi distribuiti e l'utile netto generato dall'azienda. Quindi, il payout ratio indica la percentuale di utile distribuito agli azionisti sotto forma di dividendo. Nel calcolare il payout ratio , è prassi consolidata utilizzare l'utile netto rettificato per le poste non ricorrenti, in modo da rendere il dato confrontabile nel tempo e, se servisse, con società concorrenti. Ti potrebbe interessare anche: Target payout ratio Plowback (retention) ratio

Grizzly bear hug (M&A)

Nelle operazioni di M&A, il  grizzly   bear hug  è la declinazione più ostile della tattica bear hug, in quanto la proposta al consiglio di amministrazione della società target è for,mulata in modo che questa venga resa pubblica, per coinvolgere oltre al CdA, gli azionisti. Ti potrebbe interessare anche: Bear hug (M&A) Teddy bear hug (M&A)

Teddy bear hug (M&A)

Nelle operazioni di M&A, il teddy   bear hug  è la declinazione più amichevole della tattica bear hug, in quanto la proposta al consiglio di amministrazione della società target rimane privata. Ti potrebbe interessare anche: Bear hug (M&A) Grizzly bear hug (M&A)

Bear hug (M&A)

Nelle operazioni di M&A, il bear hug è un tattica implementata nei takeover ostili dove il management  della società acquirente decide di portare la propria offerta direttamente al consiglio di amministrazione della società target, bypassando il management. Ti potrebbe interessare anche: Teddy bear hug (M&A) Grizzly bear hug (M&A)

Stable dividend policy

La  stable dividend policy  consiste nel pagare un dividendo stabile nel tempo indipendentemente dall'andamento degli utili. Solitamente, la  stable dividend policy è adottata da aziende che operano in settori non ciclici. Ti potrebbe interessare anche: Residual dividend policy Target payout ratio Constant dividend policy

Residual dividend policy

La  residual dividend policy  consiste nel pagamento di un dividendo il cui valore sarà in funzione dall'impiego dei flussi di cassa generati dall'azienda. In periodi nei quali sono necessari maggiori investimenti, il dividendo sarà inferiore, mentre in periodi nei quali gli investimenti sono inferiori, le risorse disponibili per il dividendo aumentano. Ti potrebbe interessare anche: Stable dividend policy Constant dividend policy Target payout ratio

Target payout ratio

Il target payout ratio è l'ammontare di utile, spesso rettificato per poste non ricorrenti, che la società si impegna a distribuire sottoforma di dividendo ordinario. Ti potrebbe interesare anche: Payout ratio Residual dividend policy Constant dividend policy Stable dividend policy Dividendo ordinario

Total variance

La  total variance  è la volatilità di un titolo che deriva sia dal rischio sistematico che dal rischio idiosincratico. Ti potrebbe interessare anche: Systematic variance Non-systematic variance Rischio sistematico e idiosincratico

Earnings surprise

L' earnings surprise è la parte di utile per azione, riportato periodicamente dall'azienda, che non è anticipata e quindi non incorporata nel prezzo delle azioni. Per questo motivo, a seguito della pubblicazione dei risultati trimestrali, il prezzo delle azioni reagisce in modo volatile. Ti potrebbe interessare anche: Utile per azione

Mortgage spread duration

La  mortgage spread duration  misura la sensibilità del prezzo alla variazione degli spread tra i rendimenti delle mortgage spread securities (MBS) ed i titoli governativi. Ti potrebbe interessare anche: Spread duration Sovereign spread duration Emerging market spread duration MBS: Mortgage-Backed Securities

Covered bond spread duration

La covered bond spread duration  misura la sensibilità del portafoglio obbligazionario alla variazione dello spread delle obbligazioni garantite (covered bond). Ti potrebbe interessare anche: Spread duration Sovereign spread duration Emerging market spread duration Mortgage spread duration Obbligazioni garantite (covered): cosa sono

Emerging market spread duration

L' emerging markets spread duration  misura la sensibilità del portafoglio obbligazionario alla variazione dello spread delle obbligazioni dei mercati emergenti. Ti potrebbe interessare anche: Spread duration Sovereign spread duration Covered bond spread duration Mortgage spread duration

Sovereign spread duration

La sovereign spread duration misura la sensibilità del portafoglio obbligazionario alla variazione dello spread delle obbligazioni sovrane con l'obbligazione governativa di riferimento. Ti potrebbe interessare anche: Spread duration Emerging market spread duration Covered bond spread duration Mortgage spread duration

Bear market duration

La  bear market duration  è la duration effettiva che mostra il portafoglio nel caso di un bear market nel mercato obbligazionario, ovvero con i prezzi che calano. La  bear market duration  è in funzione dell'esposizione del portafoglio alla curva dei tassi in un contesto di ribasso dei tassi di interesse.  Ti potrebbe interessare anche: Bull market duration Duration effettiva (effective duration)

Bull market duration

La bull market duration è la duration effettiva che mostra il portafoglio nel caso di un bull market nel mercato obbligazionario, ovvero con i prezzi che salgono. La bull market duration dipende dall'esposizione alla curva dei tassi in un contesto di ribasso dei tassi di interesse.  Ti potrebbe interessare anche: Bear market duration   Duration effettiva (effective duration)