Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2019

Collateralized reinsurance

La collateralized reinsurance si ha quando il contratto di riassicurazione è garantito da un deposito a garanzia. Il deposito a garanzia è dato da obbligazioni insurance-linked che hanno un valore nominale pari al massimale indicato nel contratto di riassicurazione. Se l'evento non si realizza durante la vita dell'obbligazione, alla scadenza della polizza, il titolo viene ripagato per l'intero valore nominale, più una cedola periodica. Al contrario, se l'evento assicurato si manifesta, il deposito viene utilizzato per ripagare il danno. Ti potrebbe interessare anche: Catastrophe (cat) bond: cosa sono (SPRV) Special Purpose Reinsurance Vehicle Cartolarizzazione assicurativa

(SPRV) Special Purpose Reinsurance Vehicle

Lo (SPRV) Special Purpose Reinsurance Vehicle è la società veicolo attraverso la quale una società di assicurazione riassicura alcune delle proprie esposizioni trasferendo il rischio al mercato e non ad una società di riassicurazione. Lo special purpose reinsurance vehicle entra in un contratto di riassicurazione con la società assicurativa, dove in cambio di un premio di riassicurazione, si impegna a riassicurare determinate polizze emesse dalla società di assicurazione. Allo stesso tempo, lo special purpose reinsurance vehicle emette titoli di debito, la cui cedola è superiore rispetto ad una obbligazione tradizionale, in quanto incorpora il rischio derivante dalla riassicurazione, ed è composta dal tasso monetario più uno spread, che rappresenta il premio di riassicurazione. La liquidità raccolta attraverso l'emissione delle obbligazioni serve a fronteggiare le eventuali perdite derivanti dai contratti di riassicurazione. Se il rischio non si realizza durante la vita dell&#

Supermajority amendment

Il supermajority amendment rappresenta un emendamento allo statuto sociale nel quale per l'approvazione di fusioni e acquisizioni è prevista una supermaggioranza, dove la soglia è superiore al 50%. Il  supermajority amendment rappresenta un difesa preventiva dai tentativi di scalata ostile in quanto l'acquirente deve acquisire un numero sostanziale di azioni con diritti di voto. Ti potrebbe interessare anche: Hostile merger

Staggered board of directors

La  staggered board of directors è un consiglio di amministrazione nel quale solo una parte del consiglio viene eletta ogni anno. Il meccanismo di elezione della  staggered board of directors fa si che per controllare il consiglio di amministrazione, in caso di tentativo di scalata ostile, servirà più di un anno. La  staggered board of directors è   quindi un meccanismo per scoraggiare le scalate ostili.  Ti potrebbe interessare anche: Hostile merger

Crown-jewel defense

La  crown-jewel defense  è un meccanismo di difesa da una scalata ostile dove la società target decide di vendere, ad un terzo, l'asset aziendale che rappresenta il motivo principale del tentativo di scalata ostile. La  crown-jewel  defense  cerca di far desistere l'acquirente facendo venir meno il motivo dell'acquisizione. Ti potrebbe interessare anche: Hostile merger Pac-man defense Scorched earth policy (finanza)

Pac-man defense

La pac-man defense è un meccanismo di difesa dove la società target fa un'offerta per acquisire la società acquirente. La  pac-man defense è utilizzata come difesa nel scalate ostili. Ti potrebbe interessare anche: Hostile merger Crown-jewel defense

Hostile merger

Una hostile merger  è una fusione, o acquisizione, dove il management della società target non è favorevole all'idea di una combinazione. In una  hostile merger,  l'acquirente cercherà di raggirare il management della società target portando la propria offerta direttamente al consiglio di amministrazione o agli azionisti.  Ti potrebbe interessare anche: Friendly merger

Friendly merger

Una friendly merger è una fusione, o acquisizione, amichevole tra due aziende, dove entrambi i management sono favorevoli ad una combinazione. In una friendly merger,  la negoziazione si aggira intorno al prezzo e alla struttura manageriale che si formerà a seguito della fusione o acquisizione. Ti potrebbe interessare anche: Hostile merger

Commodity swap

I  commodity swap  sono contratti swap dove una controparte paga un importo fisso in cambio di una somma che varia in base al prezzo della materia prima sottostante il  commodity swap .   I commodity swap   permettono di avere esposizione all'andamento del prezzo di una materia prima. Ti potrebbe interessare anche: Derivati su commodities

REIT index

Il REIT index  è una tipologia di indice del mercato immobiliare dove vengono utilizzate le quotazioni dei REITs quotati in borsa come approssimazione del mercato immobiliare.  Ti potrebbe interessare anche: Appraisal index Repeat sales index

Repeat sales index

Il repeat   sales index  è una tipologia di indice del mercato immobiliare dove i valori degli immobili sono calcolati utilizzando i prezzi di vendita di un campione di immobili. Sebbene il repeat sales index sia aggiornato frequentemente, lo svantaggio principale risiede nell'utilizzo di un campione limitato di unità immobiliari che potrebbe non rappresentare l'intero mercato. Ti potrebbe interessare anche: Appraisal index REIT index

Appraisal index

L' appraisal index è un indice del mercato immobiliare dove i valori degli immobili sono stimati da esperti del settore immobiliare. Dato che le stime non sono aggiornate frequentemente, l' appraisal index  sottostima la volatilità del mercato immobiliare, proprio per la bassa frequenza di aggiornamento dei dati. Ti potrebbe interessare anche: Repeat sales index REIT index

Equity REITs

Gli equity REITs sono REITs che investono direttamente in unità immobiliari, sia residenziali che commerciali, fornendo un'esposizione diretta al mercato immobiliare. Gli affitti provenienti dalle unità immobiliari vengono utilizzati, al netto degli interessi pagati sul debito utilizzato per l'acquisto degli immobili, per pagare il dividendo degli azionisti dell' equity REIT. Gli equity REITs hanno un incentivo fiscale   a distribuire tutto il reddito prodotto. Ti potrebbe interessare anche: Mortgage REITs

Mortgage REITs

I mortgage REITs sono REITs che investono in MBS (mortgage-backed securities). Investendo in MBS, i  mortgage REITs danno un'esposizione sul mercato dei mutui, e conseguentemente all'andamento  del mercato immobiliare. Ti potrebbe interessare anche: MBS: Mortgage-Backed Securities Equity REITs

Ticker (borsa)

In borsa, il ticker è una sigla che identifica univocamente un titolo azionario in una determinata borsa. Il ticker può essere composto da sole lettere, solo numeri o da una loro combinazione. In aggiunta, il ticker identifica la borsa dove viene effettivamente negoziato il titolo, in quanto un titolo può essere negoziato su più borse contemporaneamente.

Strategia long only

La  strategia long only è una strategia di investimento che prevede il solo l'utilizzo di posizioni lunghe. La strategia long only si basa sulla capacità di stock picking del gestore, ovvero l'abilità di selezionare titoli che avranno rendimenti superiori all'indice di riferimento.  Ti potrebbe interessare anche: Strategia long-short Posizione lunga e corta

Volumi di borsa

I volumi di borsa sono il numero complessivo di titoli scambiati nella seduta di borsa. I volumi di borsa sono utilizzati dagli investitori che utilizzano l'analisi tecnica, in quanto forniscono un'idea di quanto sia forte il trend, di acquisto o vendita, che si sta andando a creare. Solitamente i volumi di borsa vengono confrontati con una media mobile delle sedute precedenti. 

Exit strategy

In finanza, l' exit strategy è il termine utilizzato per descrivere la modalità con la quale un fondo di private equity monetizza il proprio investimento in un'azienda. L' exit strategy può essere sotto forma di vendita, quotazione in borsa, ricapitalizzazione ed infine liquidazione dell'azienda.  Ti potrebbe interessare anche: Trade sale Secondary sale (private equity)

Trade sale

In finanza, il termine trade sale indica la vendita di un'azienda, da parte di un fondo di private equity, ad un'altra società operante nel medesimo settore, il cosiddetto strategic buyer. Il principale vantaggio di un trade sale rispetto ad altre forme di exit strategy è la maggior valutazione data al business dallo strategic buyer che, con le sinergie che si creano con l'acquisizione, può creare maggior valore rispetto ad un acquirente finanziario, come un fondo di private equity.  Ti potrebbe interessare anche: Strategic buyer Financial buyer Secondary sale (private equity) Exit strategy

Expansion venture capital

L' expansion venture capital  è l'investimento fatto da fondi di venture capital per finanziare l'espansione dell'azienda, sia in termini di produzione che i termini di risorse commerciali, come ad esempio campagne marketing.  Ti potrebbe interessare anche: Early stage venture capital Mezzanine venture capital

Early stage venture capital

L' early stage venture capital  è l'investimento fatto da fondi di venture capital dopo lo sviluppo del prodotto e serve a finanziare le attività di produzione e della commercializzazione iniziale. Ti potrebbe interessare anche: Mezzanine venture capital Expansion venture capital

Debito mezzanino

Il debito mezzanino è una tipologia di debito societario dove il diritto di prelazione in caso di fallimento della società emittente è subordinato ai creditori senior ma superiore ad azionisti privilegiati e ordinari. Dato il maggior rischio, il debito mezzanino ha un tasso di interesse superiore rispetto al debito senior.  Per ridurre il costo del finanziamento mezzanino, solitamente vengono utilizzati i cosiddetti equity kicker, ovvero opzioni emesse assieme al debito mezzanino che permettono di convertire il debito mezzanino in azioni ordinarie in cambio di un tasso di interesse inferiore. Ti potrebbe interessare anche: Obbligazioni mezzanine Equity kicker Debito senior Debito subordinato

Mezzanine venture capital

Il mezzanine venture capital è l'investimento fatto da fondi di venture capital prima della quotazione in borsa. Il mezzanine venture capital investe nella fase di transizione da società non quotata a società quotata. Ti potrebbe interessare anche: Early stage venture capital Expansion venture capital

Quasi-equity

Quasi-equity  è il termine per indicare strumenti finanziari che si inseriscono tra il debito e l'equity di un'azienda. Gli strumenti di quasi-equity hanno un diritto di prelazione in caso di fallimento della società inferiore ai creditori ma superiore agli azionisti. Gli strumenti di quasi-equity possono assumere la forma di debito o di equity. Ti potrebbe interessare anche: Equity (finanza) Obbligazioni mezzanine Obbligazioni convertibili: cosa sono Azioni privilegiate: cosa sono?

Portfolio company

La portfolio company è la società nella quale investe un fondo di private equity o venture capital. Il termine portfolio company indica che la società entra a far parte del portafoglio di aziende nella quale il fondo ha investito. 

Prepackaged bankruptcy

La prepackaged bankruptcy è una bancarotta decisa di comune accordo tra l'azienda ed i creditori. Nella  prepackaged bankruptcy , un fondo di private equity acquista una grossa fetta del debito dell'azienda per diventare il creditore principale. In accordo con l'azienda, il fondo di private equity decide di accedere al procedimento fallimentare per poi emergere come il principale azionista della società.

J factor risk

Il J factor risk è il rischio a cui si è esposti quando si investe in distressed securities in quanto nel processo di bancarotta vi è il coinvolgimento di un giudice, la cui decisione influisce sull'esito dell'investimento. Ti potrebbe interessare anche: Distressed securities

Orphan stock

Le orphan stock sono azioni che hanno un prezzo per azione basso, non sono seguite dagli analisti, e sono il risultato di spin-off o di procedimenti post-bancarotta. Per questo motivo, le orphan stock sono caratterizzate da un rapporto prezzo-utili molto basso. Ti potrebbe interessare anche: Rapporto prezzo-utili - Price-Earnings ratio

Distressed debt arbitrage

Il  distressed debt arbitrage è una strategia che consiste nell'acquistare i titoli di debito dell'azienda prossima al fallimento e allo stesso tempo vendere allo scoperto le azioni dell'azienda, cosicché se il fallimento dovesse avvenire, il calo del prezzo dei bond verrà compensato dal profitto della posizione corta sull'equity.  Ti potrebbe interessare anche: Distressed securities Posizione lunga e corta Vendite allo scoperto: cosa sono e come funzionano

Distressed securities

Le distressed securities sono titoli di debito e azionari di aziende che sono sull'orlo del fallimento o che sono già state dichiarate fallite. L'investimento in distressed securities richiede capacità di analisi creditizia, legale e di valutazione di azienda, in quanto è possibile che l'investimento possa risultare nella liquidazione degli attivi dell'azienda. Ti potrebbe interessare anche: Distressed debt arbitrage J factor risk

Currency forward (forward su valute)

I currency forward (forward su valute)  sono contratti forward che hanno come sottostante una valuta. I  currency forward (forward su valute)  su valute permettono di scambiare un valuta in una data futura ad un cambio prefissato.  L'acquisto di forward su valute  genera una posizione lunga sulla valuta sottostante, in quanto si ha un profitto se la valuta estera si rafforza rispetto alla valuta domestica. Al contrario, la vendita di currency forward genera una posizione corta sulla valuta sottostante, in quanto si ha un profitto se la valuta estera si indebolisce rispetto alla valuta domestica. I  currency forward (forward su valute) permettono di personalizzare la propria esposizione in base alle proprie esigenze, con controparte una banca di investimento. Ti potrebbe interessare anche: Contratti forward Futures su valute

Equity forward

Un equity forward è un contratto a termine, non standardizzato e non negoziato, in cui le parti si impegnano a scambiarsi un titolo azionario o un portafoglio azionario ad una data futura ad un prezzo prefissato. Ti potrebbe interessare anche: Contratti forward Prepaid variable forward

Prepaid variable forward

Il prepaid variable forward  è una strategia che combina un prestito a fronte di una posizione coperta, per monetizzare una posizione senza effettuare la vendita. Con il prepaid variable forward , l'investitore si impegna a vendere nel futuro un determinato ammontare di titoli all'intermediario finanziario in cambio di liquidità subito. Il prepaid variable forward prevede un "collar" di prezzo, ovvero un limite minimo e massimo con il quale calcolare la quantità di titoli che sarà venduta, che a sua volta è in funzione del prezzo del titolo a scadenza. Ti potrebbe interessare anche: Equity forward