Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

Bitcoin: cosa sono e come funzionano

Ne sentiamo parlare ogni giorno, ma sappiamo davvero cosa sono i bitcoin e come funzionano?



Cosa sono i bitcoin? I bitcoin sono una criptovaluta con il quale è possibile effettuare pagamenti tra utenti, acquistare beni e servizi o convertirli in altra valuta senza l'intervento di un intermediario. Infatti, Bitcoin si fonda su un sistema decentralizzato (peer-to-peer) dove non c'è una banca centrale che ne controlla l'emissione. Il trasferimento avviene tra portafogli elettronici dei vari utenti e le transazioni sono anonime. L'anonimato è garantito dal fatto che il sistema tiene traccia delle varie transazioni e non dei saldi di ogni utente. I vari utilizzatori reperiscono i bitcoin attraverso il mining.
Come funzionano i bitcoin? Nonostante non ci sia nessun tipo di estrazione, il termine è comparabile con l'attività mineraria per il fatto che, come per altre materie prime, i bitcoin disponibili sono limitati, e la sua "estrazione" è lenta e complessa.

Figli del Bitcoin: le ICOs

La mania per le criptovalute sta spingendo le start up a utilizzare nuove metodologie di raccolta di capitale per proseguire nella loro crescita: non più le IPOs (Initial Publc Offerings) ma le ICOs (Initial Coin Offerings).


Initial Coin Offerings (ICOs): Cosa sono?  Le ICOs (Initial Coin Offerings) sono un metodo di finanziamento che molte start up stanno iniziando ad utilizzare per raccogliere capitale. La colonna portante di questo processo è sempre la tecnologia blockchain, la stessa sulla quale si fonda Bitcoin. Gli investitori investono il proprio capitale ed in cambio ricevono una nuova valuta digitale emessa dall'azienda che si sta finanziando. La nuova valuta emessa sarà la valuta che l'impresa utilizzerà per il proprio funzionamento interno e per vendere i propri prodotti e servizi. Se l'impresa ha successo, il valore della moneta virtuale da lei utilizzata dovrebbe salire, consentendo agli investitori di guadagnare non attraverso l'aumento del prezzo delle …

Indici azionari: conosci le differenze?

S&P 500, Dow Jones, Nasdaq, Nikkei, Topix, FTSE 100 e chi più ne ha più ne metta! Sono tutti indici azionari, ma come mai ne esistono di diversi che seguono gli stessi mercati? Ad esempio perché ci sono il Dow Jones e l'S&P 500? Qual è la loro differenza? Indici azionari: caratteristicheGli indici si differenziano tra loro per 4 principali caratteristiche:
l'universo di azioni che compongono l'indice.criteri d'inclusione: caratteristiche specifiche delle azioni inclusi nell'indice.metodo di calcolo: total return (apprezzamento del prezzo delle azioni e dividendi) o ritorno dato solo dall'apprezzamento delle azioni. metodologia di ponderazione, ovvero come viene attribuito il peso dei vari componenti degli indici. Indici azionari: metodologie di ponderazione Prezzo - Dow Jones, Nikkei In un indice ponderato per il prezzo, ogni azione è ponderata secondo il prezzo assoluto dell'azione. L'indice quindi è la somma dei vari prezzi delle azioni divisi…

High yield europei: siamo arrivati alla frutta?

Come abbiamo già visto in un precedente post, con l'allentamento quantitativo della Banca Centrale Europea (BCE), gli investitori si sono spinti verso attivi sempre più rischiosi spingendo i differenziali ai minimi.   
Soprattutto in Europa, dove la BCE continua a comprare $60 miliardi di bond ogni mese, la caccia al rendimento è ancora molto in voga. Da ottobre, per la prima volta nella storia, i rendimenti delle obbligazioni speculative europee sono inferiori ai decennali americani. 

FRED® Graphs ©Federal Reserve Bank of St. Louis. 2017. All rights reserved. All FRED® Graphs appear courtesy of Federal Reserve Bank of St. Louis. https://fred.stlouisfed.org/
Sebbene si possa pensare che le due curve non siano comparabili per via delle curve dei tassi diverse, i treasury americani rappresentano un riferimento "senza rischio" per tutto il mondo. Il fatto che una obbligazione speculativa in Europa rendi meno del decennale americano fa pensare che gli investitori si stiano p…

Azioni collegate ai Bitcoin: in bolla anche loro?

Bitcoin continua la sua ascesa inarrestabile superando i $6.000. Ma se il bitcoin è una bolla (leggi post), le azioni collegate al bitcoin come stanno andando?



Investire in bitcoin senza comprarli Un modo per ottenere una esposizione ai bitcoin senza acquistarli è di investire in asset collegati ad essi. Un esempio potrebbe essere investire in azioni che hanno come business principale, o una parte rilevante, attività legate a criptovalute, mining e blockchain. Azioni collegate a bitcoin, blockchain e mining di bitcoin Semiconduttori

Le aziende di semiconduttori producono i processori e le schede grafiche che vengono utilizzati per produrre i bitcoin. Il processo di produzione dei bitcoin è volutamente complicato, e la sua complessità aumenta mano a mano che ci si avvicina ai 21 milioni di Bitcoin in circolazione, in modo che la generazione di bitcoin rimanga stabile nel tempo.
Nvidia Nvidia (NVDA) produce le schede grafiche che vengono utilizzate nella tecnologia blockchain per la p…

Obbligazionario: sono gli ETF la scelta migliore?

Gli ETF sono ormai lo strumento principale attraverso il quale gli investitori acquisiscono una esposizione diversificata ad un attivo finanziario. Infatti secondo i dati forniti da Investment Company Istitute (ICI), la principale associazione di fondi, alla fine del secondo trimestre del 2017,  la massa gestita "passivamente" dagli ETF è di circa $4.000 miliardi, in fortissima crescita.
L'obbligazionario attivo batte l'obbligazionario passivo Una delle principali motivazioni per la quale gli ETF si sono diffusi è la continua performance deludente della gestione attiva. Secondo i dati forniti da PIMCO, una delle principali società di gestione al mondo, lungo orizzonti di 1,3,5,7 e 10 anni, solo il 43% dei fondi azionari a gestione attiva è riuscito ad ottenere performance migliori della performance mediana di un gruppo di fondi passivi comparabili. Al contrario, il 63% di fondi obbligazionari a gestione attiva è riuscito a far meglio.  Una sola emittente, diverse em…

Bitcoin mania: ritorno al futuro?

A inizio anno Bitcoin valeva intorno a $1.000. Maggiore regolamentazione, opinioni negative di importanti personaggi della finanza, avvertimenti di bolla, usi illetici e altri ostacoli sono stati superati in maniera formidabile. A ottobre Bitcoin ha superato $5.000 e vola verso i $6.000. Ma la sua esplosione ricorda qualcosa di familiare.



Bolle speculative: cosa sono? Una bolla speculativa nasce da sentimenti fortemente positivi nei confronti di un determinato attivo finanziario, a cui viene accompagnata un apparente irrazionalità di massa, che fanno divergere di molto il prezzo dal suo valore intrinseco. La continua crescita di prezzo  è alimentata dalle aspettative degli investitori di ulteriori rialzi. Tipicamente il formarsi della bolla è più lento rispetto al suo scoppio.
Tulipomania La Tulipomania è riconosciuta come la prima grande bolla speculativa. Nel XVII secolo, in Olanda, vengono introdotti i tulipani. All'epoca, i tulipani presentavano una caratteristica che nessun a…

Investire in obbligazioni high yield: ne vale la pena?

Investire in obbligazioni high yield è diventato oggi un must per generare reddito. Ma si è ripagati per il rischio assunto investendo in questa tipologia di obbligazioni?     Cosa sono le obbligazioni high yield? Le obbligazioni high yield sono obbligazioni speculative che originariamente erano chiamate con un nome molto meno attraente, obbligazioni spazzatura (junk bonds). Le emittenti in questa categoria hanno un rischio di default maggiore  rispetto alle emittenti più solide. I meriti creditizi sono dati da agenzie di rating specializzate, le cui principali sono Standard&Poor's, Moody's e Fitch. Queste agenzie esprimono la propria opinione sul rischio di credito degli emittenti, sia sovrani che privati, secondo la loro analisi sulla abilità degli emittenti di far fronte ai propri debiti.

I rating speculativi:
BB:  l'emittente è meno vulnerabile nel breve termine di altri emittenti con rating inferiori, ma è esposta a condizioni finanziarie, economiche ed operative c…